The Evolution of Bricks and Mortar Sportsbooks

Le scommesse sportive non hanno sempre riguardato le luci brillanti e lo sfarzo dei casinò e dei resort alberghieri di Las Vegas. Come siamo stati benedetti da questi paradisi ultramoderni e pieni di schermi dedicati alle scommesse sportive?

Dagli umili inizi a lato delle piste da corsa alla gloria di Las Vegas, ti portiamo in un viaggio attraverso l’evoluzione dei potenti sportbook di mattoni e malta.

Contents [hide]

  • 1 Storia antica degli sportsbook
  • 2 Dalla segretezza alla Striscia
  • 3 Il boom delle scommesse sportive
  • 4 Stardust Race e Sportsbook
  • 5 Il nuovo volto degli sportsbook
  • 6 Una ricca storia di scommesse sportive

Storia antica degli sportsbook

Sapevi che la storia delle scommesse sportive negli Stati Uniti può essere fatta risalire al 1600?

Quando i coloni inglesi arrivarono in America, portarono il loro amore per lo sport, in particolare le corse di cavalli. In questo momento della storia, le corse di cavalli erano considerate un passatempo per l’élite e non tutti potevano permettersi di andare in pista. about:blank

Scopri altro riguardo ai lista bookmakers non aams nella lista di Farantube.

Per accogliere la classe operaia, vicino ai binari furono istituiti negozi di scommesse illegali (noti come “sale da biliardo”). Questi offrivano quote migliori e divennero estremamente popolari, anche tra i “gentiluomini” della pista.

Mentre l’azione delle scommesse si diffondeva ad altri sport ed eventi, le sale da biliardo illegali iniziarono a diventare più popolari e si diffusero in tutto il paese, nascoste nelle piccole stanze sul retro di bar, saloon e scantinati di hotel.

In risposta alla criminalità clandestina, i legislatori americani hanno iniziato ad approvare restrizioni che impedivano agli scommettitori di scommettere al di fuori dei circuiti.

Scopri il resto sui casino online stranieri non aams nella lista di Farantube.

Dalla segretezza alla Striscia

Avanti veloce di alcuni secoli fino a quando il gioco d’azzardo fu legalizzato in Nevada nel 1931 come mezzo per fornire una fonte di reddito tanto necessaria durante la Depressione. Questa accettazione federale spostò le sale da biliardo dal retro del bar alla famigerata striscia di Las Vegas.

Detto questo, il gioco d’azzardo e le scommesse sportive avevano ancora la reputazione di essere gestiti da mafiosi e altri indesiderabili. Non è un segreto che la mafia avesse un interesse acquisito nella scena del gioco d’azzardo di Las Vegas poiché si trattava di denaro esentasse.

Turf Clubs

Invece di irrompere sulla scena di Las Vegas, le scommesse sportive si sono introdotte lentamente attraverso la porta sul retro. Alcuni casinò includevano i “salotti dei cavalli”, ma quando una legge federale ha introdotto una tassa del 10% su tutte le scommesse (altrimenti nota come “vigorish” o “vig”), molti operatori di scommesse sono stati costretti a diventare indipendenti prima di fallire.

Sono stati aperti alcuni bookmaker dedicati noti come “turf club”, come l’Hollywood Horse and Sports Book, di proprietà del leggendario Jimmy “il greco” Snyder. Questi club sono sopravvissuti addebitando un alto vigore per compensare la tassa del 10%.

Il boom delle scommesse sportive

Nel 1974, la tassa federale è stata notevolmente ridotta dal 10% al 2% e la scena delle scommesse sportive è esplosa. I club turf sono stati in grado di abbassare il loro vigore e gli scommettitori hanno invaso Las Vegas. Sicuramente non è passato inosservato: vedendo il mercato redditizio, i casinò volevano una parte dell’azione. Nel 1975, l’Union Plaza Hotel and Casino aprì il primo bookmaker basato su casinò.

Non passò molto tempo prima che tutti i casinò e gli hotel lungo la striscia seguissero l’esempio, mettendo fine al mercato dei club di torba. È stato lo spirito pionieristico di Frank “Lefty” Rosenthal degli Stardust che ha trasformato i bookmaker in quello che sono oggi.

Stardust Race e Sportsbook

La vita di Rosenthal è stata l’ispirazione per il film “Casino” e all’epoca era uno dei principali attori a Las Vegas. La sua visione trasformerebbe completamente il panorama delle scommesse sportive.

Al suo Stardust Casino, Rosenthal ha creato il primissimo bookmaker sfarzoso e glamour, la Stardust Race and Sportsbook. Dalle stanze piccole e squallide che puzzavano di birra stantia e fumo di sigaretta, l’ha trasformata in una bellissima mecca delle scommesse.

La sede poteva ospitare fino a 600 appassionati di sport e scommettitori, comprese comode sedie, un bar moderno e ben fornito e più schermi televisivi che mostravano più sport contemporaneamente. Rosenthal è riuscito a creare il progetto delle moderne scommesse sportive di Las Vegas.

Il nuovo volto degli sportsbook

Oggi, gli scommettitori sportivi ricevono il trattamento regale in tutta Las Vegas. I migliori hotel e resort lungo la strip offrono camere enormi e sono progettati appositamente per il comfort e il divertimento sia degli sport che delle scommesse. In effetti, il Westgate Resort and Casino ospita il più grande bookmaker negli Stati Uniti. Questo nuovo ideale per le scommesse sportive offre agli scommettitori la visione di lusso con più TV ad alta definizione, poltrone lussuose, schermi per scommesse individuali, aree VIP esclusive e bar ben forniti, servizio cocktail e opzioni di cibo.

Visita un sito di scommesse sportive di Las Vegas e questo è ciò su cui puoi fare affidamento. È ben diverso dalle stanze segrete dei saloon!

Una ricca storia di scommesse sportive

L’evoluzione delle scommesse sportive è solo un aspetto interessante dell’industria del gioco d’azzardo. C’è una ricca storia piena di drammi, influenza politica, personaggi strani e meravigliosi e, molto spesso, violenza. È davvero roba da film: dai un’occhiata ai nostri primi cinque film sul gioco d’azzardo!